Geekissimo

Addio a John McCarthy, il padre dell’intelligenza artificiale

 
Martina Oliva
26 Ottobre 2011
10 commenti

John McCarthy

Dopo la recente scomparsa di Steve Jobs, l’ex CEO di Apple meglio conosciuto come “l’uomo visionario”, e quella di Dennis Ritchie, padre di Unix e del C, anche John McCarthy, un altro gigante del mondo della tecnologia e dell’informatica, nelle ultime ore, si è spento all’età di 84 anni.

Sebbene il suo nome non sia noto a tutti John McCarthy è stato colui il quale, durante la sua lunga carriera da tecnologo, ha dato vita al linguaggio di programmazione noto come Lisp, un linguaggio di alto livello che risulta essere tutt’ora in uso nelle sue successive evoluzioni e dopo oltre 50 anni dalla sua comparsa, prestando poi particolare attenzione agli studi relativi al campo dell’intelligenza artificiale, ad oggi meglio nota come AI, il cui termine risulta coniato da McCarthy stesso in quanto massimo studioso della materia.

L’intelligenza artificiale viene impiegata ancora ai giorni nostri in molteplici campi tecnologici, passando dalla robotica sino ad arrivare ai videogames.

John McCarthy, nato a Boston nel 1927 ed impegnatosi poi negli studi matematici a Princeton unitamente all’altro grande informatico John Nash, era convinto della capacità delle macchine di simulare con estrema precisione determinati aspetti dell’intelligenza umana il che gli ha permesso di regalare al mondo intero strumenti tecnologici che risultano ancora di straordinaria importanza, senza contare poi i notevoli contributi relativamente al progresso scientifico per quanto concerne la scuola americana.

Proprio per tali ragioni John McCarthy, che ha inoltre insegnato all’università di Stanford, nel 1972, ha ottenuto il premio Turing, unitamente alla Medaglia Nazionale della Scienza ricevuta, nel 1991, direttamente dal presidente degli Stati Uniti.

Photo credits | Flickr

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Google permette di indicare la sorte del proprio account dopo la morte

Google permette di indicare la sorte del proprio account dopo la morte

Il tema della morte non è sicuramente tra i più semplici da trattare. Google di questo ne è consapevole ma ha anche ben perente il fatto che la stragrande maggioranza […]

iPhone low cost, il ritorno dei rumors

iPhone low cost, il ritorno dei rumors

Nonostante la smentita data da Phil Schiller in persona nel corso delle ultime ore è tornata a farsi avanti l’ipotesi dell’iPhone low cost secondo cui, appunto, Apple produrrà, di qui a […]

Addio Jack Tramiel, l’inventore del Commodore 64

Addio Jack Tramiel, l’inventore del Commodore 64

Il Commodore 64, altrimenti noto anche come C64 e Cbm64, è, senza alcun dubbio, “il computer” per eccellenza, quello più venduto e conosciuto al mondo, macchina alla quale si deve […]

Muore Dennis Ritchie: padre di Unix e del C

Muore Dennis Ritchie: padre di Unix e del C

Nelle ultime ore è stata data la triste notizia relativa alla morte di uno degli uomini che ha contribuito a costruire le basi dell’attuale e moderno mondo informatico: Dennis Ritchie, […]

Vodafone, inizia il tour per l’alfabetizzazione informatica degli over 50

Vodafone, inizia il tour per l’alfabetizzazione informatica degli over 50

Anche se sono davvero tantissimi gli italiani che sanno destreggiarsi al meglio in rete sono anche altrettanto numerosi coloro che, invece, hanno ben poca confidenza con il web. Considerando quanto […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Giancarlo

    Linguaggio di programmazione noto come Lips. Ma non era Lisp?

    26 Ott 2011, 1:19 pm Rispondi|Quota
    • #2Bugeisha

      Si, pardon… errore di battitura đŸ˜‰ Grazie per avermelo fatto notare.

      26 Ott 2011, 1:26 pm Rispondi|Quota
    • #3VästerĂ¥s

      infatti, era LISP (Locator/Identifier Separation Protocol)

      26 Ott 2011, 2:15 pm Rispondi|Quota
  • #4theQ.

    disease killing bit star

    26 Ott 2011, 1:42 pm Rispondi|Quota
  • #5flaviusso

    ma non è morto già ieri???

    26 Ott 2011, 1:51 pm Rispondi|Quota
    • #6asd

      è entrato in loop ed è morto un'altra volta đŸ™‚

      26 Ott 2011, 2:00 pm Rispondi|Quota
      • #7flaviusso

        anche questo è possibile… poi se consideriamo che in modo ufficiale già dal 23 ottobre lui è dichiarato morto… penso che ne avrà ancora per qualche giorno =))

        26 Ott 2011, 2:04 pm Rispondi|Quota
  • #8bigmico

    John Nash comunque era un matematico e non un informatico.

    26 Ott 2011, 2:14 pm Rispondi|Quota
    • #9flaviusso

      colpa della rete che ha tante informazioni scritte male đŸ˜‰
      wikipedia fa brutto đŸ˜‰

      26 Ott 2011, 2:22 pm Rispondi|Quota
  • #10geek lover ^_^

    se pure fosse, era un altro dei padri che ha sì permesso le speculazioni di steve jobs e bill gates, ma senza la loro bramosia di denaro…

    27 Ott 2011, 9:21 pm Rispondi|Quota