Geekissimo

VK oscurato in Italia dopo la denuncia di Medusa

 
Andrea Guida (@naqern)
20 Novembre 2013
5 commenti

VK

È possibile oscurare un sito con oltre 160 milioni di utenti all’attivo per colpa di un singolo contenuto? A quanto pare sì, se il Paese in cui viene chiesto l’oscuramento è l’Italia e il pomo della discordia è “Sole a catinelle”, film prodotto da Medusa che nelle ultime settimane sta facendo sfaceli ai botteghini. A farne le spese questa volta è stato il social network russo VK, attraverso il quale, a quanto pare, è stata veicolata in maniera illegale la pellicola interpretata da Checco Zalone.


Accortasi della diffusione dell’opera online, Medusa ha denunciato tutto alla Procura della Repubblica di Roma che ha disposto l’oscuramento da parte degli ISP italiani di VK e altri 9 siti Internet: movshare.net, nowdownload.ch, nowvideo.ch, rapidgator.net, topvideo.tv, upshared.com, usefile.com e videopremium.tv.
Potete consultare la lista completa degli indirizzi bloccati nel nostro Paese collegandovi a questa pagina dell’Osservatorio Censura, che tiene traccia di tutti gli URL oscurati in Italia in ordine cronologico.

Come al solito, per bypassare il problema basta configurare il proprio computer in maniera tale da utilizzare DNS internazionali (come Google DNS oppure OpenDNS) ma non è questo il problema. Come sottolinea l’avvocato Guido Scorza sul Fatto Quotidiano, prima di adottare misure del genere bisognerebbe accertare in maniera seria e definitiva se un sito è illegale o meno:

A nulla vale – o almeno dovrebbe valere – rilevare che, già in passato, il social network russo si era fatto nomea di essere un’isola felice per i pirati sovietici e non. Delle due l’una: o la piattaforma in questione svolgeva un’attività illecita e, allora, avrebbe dovuto essere chiusa all’esito di un giudizio volto ad accertare tale illegittimità o la piattaforma svolgeva un’attività lecita e, allora, per nessuna ragione al mondo dovrebbe ammettersi che essa formi oggetto di un provvedimento di blocco.

Non è possibile oscurare un servizio online o un social network con milioni di iscritti (e tanti contenuti legittimi) solo perché alcune persone li utilizzano per diffondere materiale audiovisivo in modo non autorizzato. O almeno non dovrebbe essere possibile in un paese serio.

[Tom’s Hardware]

Categorie: Internet
Tags: Censura,  VK, 
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
In Australia la rete sarà off-limits per tutti i giochi violenti

In Australia la rete sarà off-limits per tutti i giochi violenti

Spesso su Geekissimo si parla di censura sul web, anche tramite articoli anche molto approfonditi, poichè il tema è quanto mai attuale ed escono molte notizie su queste tematiche ogni […]

Wikipedia atto secondo (ed ultimo)

Wikipedia atto secondo (ed ultimo)

Siamo al secondo atto di una diatriba che vede sei importanti provider britannici contrapporsi a Wikipedia, accusata, come vi abbiamo raccontato, di diffondere pedopornografia. Dopo la controversa inclusione di Wikipedia […]

Wikipedia, bloccata dai provider inglesi

Wikipedia, bloccata dai provider inglesi

Bufera in atto tra i provider inglesi e l’enciclopedia libera più famosa del mondo. Da qualche giorno infatti molti inglesi non possono più accedere a Wikipedia a causa dell’inclusione del […]

In aumento la censura in Internet

In aumento la censura in Internet

Che la rete cinese venga puntualmente monitorata e censurata dalle autorità competenti non è certo un mistero. Ma ovviamente da qualche settimana le maglie della censura sono ancora più strette, […]

Un giudice americano impone la chiusura di Wikileaks, famoso sito che ospita fughe di notizie

Un giudice americano impone la chiusura di Wikileaks, famoso sito che ospita fughe di notizie

Un giudice federale di San Francisco, Jeffrey White la Dynadot, ha decretato la chiusura immediata di Wikileaks, sito americano molto famoso perché alimentato quasi esclusivamente da fughe di notizie. La […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1fan di vk

    Che idioti la parola piu decente cn cui li descriverei oscurare un sito solo per un film. Nn era piu facile bloccare il film e basta a sto punto? Mah… Ki vuole andare al cinema ci va e basta.

    20 Nov 2013, 3:20 pm Rispondi|Quota
  • #2rico

    Anche facebook è pieno di foto e filmati diffusi senza autorizzazione, perchè non lo bloccano? Solo perchè non è una major a chiederlo, o perchè scoppierebbe il caso?
    Due pesi e due misure, come per i diritti TV. Alla procura di roma dico solo: Vergognatevi!

    20 Nov 2013, 5:07 pm Rispondi|Quota
  • #3enrico

    facciano quello che vogliono, tanto basta usare tor per accedere lo stesso a questi siti!

    20 Nov 2013, 9:50 pm Rispondi|Quota
  • #4vk è il mio secondo mondo

    Vergognatevi!Loro non immaginano quante cose stanno togliendo a tantissima gente!Per alcuni ci devono rimettere tutti!Ma come ragionano?!?Spero che si accorgeranno dell’errore che stanno facendo!Ho capito che quello che hanno fatto con il film di Checco Zalone sia sbagliato,io stessa sono andata al cinema a vederlo e non l’ho guardato su nessun sito di film pirati.Secondo me dovrebbero solo bloccare solo i video in VK,perchè così stanno facendo danni a troppe persone,io ho tanti famigliari,migliore amica e tante altre persone in Ucraina…ma ora con questo non potrò più sentirmi con loro,io parlo di me ma ci sono altri milioni di persone e non è giusto che oscurino tutto il sito,io appena ho saputo questa cosa ci sono stata molto male,ma anche ora ci sto male.VK è il mio secondo mondo,io li ho tutto,foto,musica,amici,non mi sembra giusto quello che fanno..e aggiungendo una cosa melo piacevole:INVECE DI MIGLIORARE L’ITALIA LA STANNO PEGGIORANDO!

    21 Nov 2013, 9:57 pm Rispondi|Quota
  • #5erika

    MA DOVETE SOLO VERGOGNARVI,MA NON VI FATE SCHIFO DA SOLI? VI RENDETE CONTO CHE AVETE TOLTO I DIRITTI AI STRANIERI? MA BOH,MA COSA AVETE AL POSTO DEL CERVELLO, CI SONO MILLE RUSSI IN ITALIA,CHE NON HANNO PIU LA POSSIBILITA’ DI PARLARE CON I PROPRI FAMIGLIARI,INFATTI IO NON POSSO PIU PARLARE CON I MIEI FAMIGLIARI IN NESSUN MODO,E SONO MESI CHE NON LI SENTO,PER DEI CAPRICCI DA BAMBINI SECONDO ME,DOVEVATE PUNIRE CHI HA FATTO STA COSA,MA NON TUTTA L’ITALIA. PARLATE TANTO DI DIRITTI MA I FATTI NON SI VEDONO. DETTO CIO SPERO CHE LO RIMETTETE AL PIU PRESTO. BUONA SERATA E ARRIVEDERCI;)

    4 Gen 2014, 9:00 pm Rispondi|Quota