Geekissimo

gOS Cloud: il sistema operativo del futuro?

 
Andrea Guida (@naqern)
31 Marzo 2009
16 commenti

«A browser, it’s just a browser!». Nessuna frase più di quella utilizzata dall’entusiasta autore del video che potete vedere qui sopra potrebbe descrivere meglio il primo impatto di qualsiasi utente con gOS Cloud, il “sistema operativo browser” che verrà presto commercializzato in maniera esclusiva su alcuni netbook statunitensi, in accoppiata con Windows XP, e che per molti analisti rappresenta “il futuro”.

Perché “sistema operativo browser”? Semplice, perché la nuova creatura degli autori di gOS (leggera distro Linux caratterizzata dalla presenza di collegamenti veloci a moltissimi servizi web, come fossero applicazioni desktop) consisterà in una sorta di navigatore tuttofare (una versione speciale di Google Chrome, nella fattispecie), con una barra dock situata nella parte bassa dello schermo (per accedere ai diversi servizi online e passare rapidamente a Windows) e poco, davvero poco, più.

Dunque, saranno davvero così i sistemi operativi del futuro?


Presi dall’entusiasmo, potremmo anche dire di sì. Ma in questi casi è d’obbligo un’analisi a freddo.

Infatti, se è vero che il cloud computing (ossia, l’insieme di tecnologie che consentono l’utilizzo di risorse distribuite per lo storage, l’elaborazione dei dati, ecc.) ed i tempi di avvio ridotti (come quelli che gOS Cloud vanta) saranno degli elementi fondamentali nei sistemi operativi del futuro, ci risulta alquanto difficile comprendere il motivo per il quale gli utenti dovrebbero scegliere – magari pagandolo pure – un prodotto “spalla”, in grado di offrire meno funzionalità rispetto ad una qualsiasi distribuzione Linux disponibile gratuitamente.

Insomma, le icone per accedere ai servizi di Google possiamo crearcele da soli senza troppi problemi e, francamente, i soli tempi di avvio ridotti – così come la poca esosità nelle richieste hardware, comune a tante distribuzioni del sistema del pinguino – non crediamo basteranno a far migrare gli utenti di Ubuntu o Fedora verso gOS, per non parlare di quelli di Windows o Mac.

Ad ogni modo, prima di emettere giudizi definitivi sull’affidabilità e l’utilità di questo nuovo sistema operativo, aspettiamo la sua pubblicazione ufficiale. Sperando venga reso anche disponibile per il download.

Intanto, fateci sapere voi cosa ne pensate. GOS Cloud è il sistema operativo del futuro?
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Come essere sicuri quando si utilizzano PC e connessioni Wi-Fi pubbliche

Come essere sicuri quando si utilizzano PC e connessioni Wi-Fi pubbliche

Quasi ogni geek, almeno una volta nella vita, ha a che fare con dei computer pubblici che molte volte si appoggiano su reti Wi-Fi pubbliche. Una situazione del genere può […]

Ennesimo OS online: EyeOS, giunto alla versione 1.5, ci regala molte novità

Ennesimo OS online: EyeOS, giunto alla versione 1.5, ci regala molte novità

Sebbene il mondo dei Sistemi Operativi sia così in crescita, EyeOS, non è il primo e neanche l’ ultimo degli OS online. Proprio così, online; infatti questo servizio, giunto alla […]

Ubuntu, come abilitare la riproduzione dei DVD video commerciali con soli 2 comandi

Ubuntu, come abilitare la riproduzione dei DVD video commerciali con soli 2 comandi

Ubuntu Linux è senza ombra di dubbio un buon sistema operativo, ma ci sono dei piccoli problemi che rendono troppo complicate anche le operazioni più semplici, un esempio per tutti […]

I 10 migliori software free per virtualizzare sistemi operativi

I 10 migliori software free per virtualizzare sistemi operativi

La virtualizzazione, consiste nella riproduzione virtuale di una risorsa normalmente fornita fisicamente e, nel mondo dei computer è un qualcosa di applicabile sia al software che all’hardware. Oggi vediamo insieme […]

Raddoppia l’utilizzo di Linux sui Pc desktop

Raddoppia l’utilizzo di Linux sui Pc desktop

L’utilizzo di Linux nei computer desktop sarebbe raddoppiato in un solo anno, passando dallo 0,37 per cento del 2006 a una penetrazione dello 0,81 quest’anno. Certo, non si tratta di […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Picchio

    penso che x l’utente domestico questo in un lotanto futuri va da bene ma x le aziende e tutta un altra storia dovranno sempre poter contare su sistemi come windows o linux

    31 Mar 2009, 11:25 am Rispondi|Quota
  • #2Andrea Guida (Naqern)

    @ Picchio: ma tu pagheresti per avere solo un browser, o poco più?

    31 Mar 2009, 12:31 pm Rispondi|Quota
  • #3nev79

    tutto qua?

    31 Mar 2009, 12:37 pm Rispondi|Quota
  • #4Andrea Guida (Naqern)

    @ nev79: già… e questa potrebbe essere la base del futuro dei sistemi operativi…

    ciao

    31 Mar 2009, 12:55 pm Rispondi|Quota
  • #5stilatore

    è semplicemente spettacolare

    31 Mar 2009, 1:56 pm Rispondi|Quota
  • #6ergo

    cosa c’è di spettacolare in qualcosa che posso fare già con Opera o con Firefox?!?!?!….e senza dover riavviare per avere windows tra l’altro!!!

    31 Mar 2009, 2:19 pm Rispondi|Quota
  • #7stilatore

    è utile ad esempio installarlo sui netbook per avere accesso ad internet in pochissimo tempo senza perdere tempo ad avviare un intero OS…
    netbook+cloud+connessione 3g = abbinamento perfetto!!

    31 Mar 2009, 2:27 pm Rispondi|Quota
  • #8EnricoG

    Perche’ il tipo del video parla come se si stesse rivolgendo a un bambino di 3 anni?
    Comunque chiamarlo “operating system” mi sembra un filino eccessivo 😉

    31 Mar 2009, 3:08 pm Rispondi|Quota
  • #9Andrea Guida (Naqern)

    @ EnricoG: ho pensato anch’io la stessa cosa… 😀

    31 Mar 2009, 4:34 pm Rispondi|Quota
  • #10brokenbro

    mah secondo me è utile in poki casi questa soluzione di sistema operativo, credo ke possa servire agli internet point in primo luogo aumentando la sicurezza dei pc, perkè si usa il browser e basta….però io preferisco un sistema operativo makkina diciamo anzi ke “browser”

    31 Mar 2009, 6:30 pm Rispondi|Quota
  • #11MarkC

    Si sicuramente il cloud computing rivoluzionerà il futuro degli os…gos 3 è meno browser di qst ke avete presentato e più desktop e mi trovo bene ad usarlo…soprattutto xk odio le installazioni e occupare l’hard disk…quindi 1 po’ mi trovo bene cn qst tipi di os…

    31 Mar 2009, 8:01 pm Rispondi|Quota
  • #12Andrea Guida (Naqern)

    @ MarkC: gos è tutta un’altra cosa. E’ sempre “web oriented”, ma alla fin fine è solo un’ottima variante di Ubuntu 😉

    ciao

    31 Mar 2009, 8:21 pm Rispondi|Quota
  • #13iXion

    sistema del futuro no…ma credo che potrebbe diventare(se continua a migliorare)un base per i sistemi netbook…

    31 Mar 2009, 10:03 pm Rispondi|Quota
  • #14franz78

    e ATUNN non lo ha già fatto?Franz

    31 Mar 2009, 10:33 pm Rispondi|Quota
  • #15davide

    a parer mio mi pare che sia semplicemente una cavolata

    7 Apr 2009, 8:44 pm Rispondi|Quota
  • #16guido dassori

    vedo in cloud una grossa risposta alle domande sul domani.
    chiunque abbia un minimo di dimestichezza con le web applications sa quanto potenti siano oggi e quanto si possa offrire ormai attraverso il browser.
    invito tutti a vedere l’esempio ‘desktop’ di extjs, un vero e proprio desktop, con tanto di menu ed icone, all’interno del browser, pronto a lanciare decine di applicazioni web.
    vien da se che prima che questi sistemi operativi siano pronti alla produttività deve passarne di acqua sotto ai ponti, ma personalmente se ho tempo limitato, come ad esempio se sono su un mezzo di trasporto pubblico, o in attesa del medesimo, avere in 10 secondi una connessione ad internet, la posta elettronica, i social network, l’instant messanging, il mio fido google notebook, l’ultima revisione del documento su cui stavo lavorando in ufficio, attraverso google docs, e tutti i feticci che possono venirci in mente.. beh’, a me fara’ comodo.
    ben venga cloud.

    20 Set 2009, 12:04 am Rispondi|Quota