Geekissimo

Il PageRank di Google? Funziona proprio come il nostro cervello

 
Daniele Semeraro ([email protected])
13 Dicembre 2007
6 commenti
PRank

Abbiamo letto da un sacco di parti che Google, spesso, si comporta con un secondo cervello, o una “memoria di backup” per tanti di noi. Ma forse non era proprio uno scherzo. Le più recenti ricerche che indagano come il cervello umano richiami dalla memoria le informazioni suggeriscono che il processo è molto simile a quello che porta Google ad assegnare, a ogni sito, un PageRank.

In particolare, PageRank guarda alla popolarità dei siti, non solo in termini di quanti link un sito riceve, ma anche in termini di quanto sono popolari questi link. Quindi, ad esempio, essere linkati da un sito importante è molto meglio – paradossalmente – di essere linkati da dieci siti sconosciuti. Ebbene: il cervello si comporta proprio allo stesso modo, selezionando e gestendo le informazioni non in base alla loro popolarità “assoluta”, ma in base ai concetti collegati al concetto stesso.


Gli scienziati sono arrivati a questa scoperta dopo aver fatto esperimenti su alcuni volontari che dovevano ricordare circa cinquemila parole e hanno scoperto che il cervello basa gran parte della propria catalogazione sull’importanza dei collegamenti mentali semantici. Si tratta di una scoperta interessantissima nel campo dell’intelligenza artificiale: un campo in cui gli scienziati stanno facendo sforzi davvero notevoli per riuscire ad imitare il comportamento del cervello umano.

Incredibile pensare che un modello costruito appositamente per internet si adatti quasi perfettamente al cervello umano. Allora, appena il co-fondatore di Google Larry Page tornerà dalla luna di miele – ironizzano in molti – bisognerà mettersi subito al lavoro sul BrainRank. O sul PageBrain?

L’illustrazione – opera originale di Felipe Micaroni Lalli – è tratta da Wikimedia Commons ed è distribuita secondo una licenza Creative Commons Attribution ShareAlike 2.5.
Via | Techdirt
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Google, pesci d’Aprile “a go go”. Voi quali avete scoperto?

Google, pesci d’Aprile “a go go”. Voi quali avete scoperto?

Pfiù, finalmente ne siamo usciti. Scusate lo sfogo, cari amici geek, ma le 24 ore appena passate sono state tra le più difficili in assoluto per chi di mestiere fa […]

SearchCube, curioso motore di ricerca visuale

SearchCube, curioso motore di ricerca visuale

Cari lettori, in questa domenica che dalle mie parti si prospetta serena dopo la pioggia di ieri, voglio segnalarvi un curiosissimo motore di ricerca. Si chiama SearchCube ed il nome […]

Cos’ha l’HomePage di Google in questi giorni? Sarà per caso “a Tema”?

Cos’ha l’HomePage di Google in questi giorni? Sarà per caso “a Tema”?

Ebbene, arrivando senza troppe chicchere al dunque, come vedete dal’immagine, Google è “impazzito” da un paio di giorni, circa. Con questo termine, intendo dire che è un’idea un po’ bizzarra […]

Google Maps aggiunge Street View alle sue Mappe Statunitensi

Google Maps aggiunge Street View alle sue Mappe Statunitensi

Ebbene, come da titolo, credo ci sia poco da dire: Google Maps ha integrato di recente in se, Street View, dando la possibilità a chiunque, di osservare la propria casa […]

Google e Yahoo! hanno rubato il nome alle tribù della Tanzania…?

Google e Yahoo! hanno rubato il nome alle tribù della Tanzania…?

Google e Yahoo! avrebbero rubato il proprio nome da alcune tribù della Tanzania, e ora devono pagare. È quanto sostiene un uomo, in carcere a Houston per problemi legati all’immigrazione, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1andrea gori

    guarda che è una delle prove definitive che Google in realtà è così poco trasparente perchè in realtà l’algoritmo magico è nel cervello di un delfino in una vasca collegato con i fili alla rete…

    13 Dic 2007, 9:47 am Rispondi|Quota
  • #2Micheluzzo

    Quindi i tecnici di Google sono addirittura più intelligenti dei ricercatori? Fosse vero sarebbe una cosa importante!

    13 Dic 2007, 12:43 pm Rispondi|Quota
  • Se a qualcuno interessa, ho appena scritto un lavoro di seminario (http://www.math.ethz.ch/~kressner/google/MattiaBergomi.pdf) proprio sulla matematica dietro al Pageranking di Google, con anche spiegazioni “a parole” di ciò che accade e perché 😉

    13 Dic 2007, 3:11 pm Rispondi|Quota
  • #4poz

    @[email protected]

    Ottimo lavoro: peccato che sia un po’ in tedesco 😉
    A quando la versione in Italiano?

    13 Dic 2007, 5:37 pm Rispondi|Quota
  • Eh avendolo scritto per il Politecnico Federale di Zurigo ed avendolo dovuto presentare anche in Tedesco, direi che in Italiano non arriverà mai… 😀

    13 Dic 2007, 6:27 pm Rispondi|Quota
  • #6rama

    I have read so many posts about the blogger lovers however this post is really a good piece of writing, keep it up

    22 Giu 2022, 5:06 am Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. Il PageRank di Google? Funziona proprio come il nostro cervello