Geekissimo

Sergey Brin e sua moglie hanno donato $500.000 a Creative Commons

 
Superkick
30 Agosto 2009
8 commenti

Creative Commons

Solitamente, una volta raggiunta la notorietà, la fama e il successo, la maggior parte delle persone perdono interesse in quelli che prima erano i valori in cui credevano, ad esempio libertà di pensiero, di creazione e distribuzione delle proprie opere e idee. Evidentemente, per Sergey Brin, uno dei co-fondatori di Google, e la sua consorte, non è stato così, visto che il mantenimento dei suoi valori fondamentali (e di quelli di Larry Page, suo amico e co-fondatore) continua a rispecchiarsi tutt’oggi in ogni servizio lanciato dal motore di ricerca più famoso al mondo.

Ed è proprio per onorare questi valori che i coniugi Brin hanno deciso di donare ben $500.000, ovvero mezzo milione di dollari, a Creative Commons, dimostrando così di tenere molto in considerazione le licenze che permettono di distribuire il proprio lavoro gratuitamente, senza tuttavia perdere alcuni diritti fondamentali. La donazione è stata resa nota in un post sul blog ufficiale di Creative Commons:

Il clima economico attuale ha reso la raccolta di fondi di organizzazioni no-profit come Creative Commons molto difficile, rendendo quindi il regalo di Wojcicki e Brin molto, molto apprezzato. Creative Commons è più impegnata che mai – lavoriamo con artisti, scienziati, educatori, studenti, programmatori, imprenditori, compagnie, università, governi, e istituzioni culturali in tutto il mondo per incrementare la condivisione e la collaborazione, in modo che tutto il mondo possa beneficiarne.

E’ possibile leggere il post originale qui. Cosa ne pensate di questo bel gesto del co-fondatore di Google? Attendiamo le vostre opinioni nei commenti.

Via | Mashable

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Arriva Think Quarterly: la rivista trimestrale online targata Google

Arriva Think Quarterly: la rivista trimestrale online targata Google

Regalando un vero e proprio effetto sorpresa, o quasi, a tutti i più accaniti navigatori della grande rete e, ancor di più, a tutti coloro che, giorno dopo giorno, setacciano […]

Google raggiunge i 22 miliardi di dollari in contanti

Google raggiunge i 22 miliardi di dollari in contanti

Dollari, dollari, dollari. Era senza dubbio questo il problema ricorrente che si trovavano costretti a fronteggiare Larry Page e Sergey Brin quando Google era poco più che una start-up della […]

Le migliori 25 estensioni per Firefox per aumentare la propria produttività

Le migliori 25 estensioni per Firefox per aumentare la propria produttività

Chi lavora utilizzando il web sa benissimo cosa vuol dire perdere la concentrazione, ed automaticamente il proprio livello di produttività a causa di piccole o grandi distrazioni che, sommate tra […]

LookItUp2 per Firefox: enciclopedia, dizionario, motore di ricerca e tanto altro sempre a portata di click

LookItUp2 per Firefox: enciclopedia, dizionario, motore di ricerca e tanto altro sempre a portata di click

Non c’è che dire: le potenzialità di Firefox e, più precisamente, delle sue estensioni, non finiranno mai di stupirci. Basti pensare all’user script che vi presentiamo oggi: LookItUp2, che permette […]

11 servizi on-line gratuiti dedicati ai fogli di calcolo

11 servizi on-line gratuiti dedicati ai fogli di calcolo

I fogli di calcolo, come quelli creabili e gestibili con il celeberrimo Microsoft Excel, sono tra gli strumenti più utilizzati sui computer di tutto il mondo. Fatto che ha aumentato […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Limo

    Bill Gates, pure in un altro campo, non fa mancare il suo sostegno economico. Mr. Shuttlework investe molti soldi in Ubuntu, la sua creatura rilasciata in maniera gratuita.
    Direi quindi che non sono rari i casi di beneficenze da parte del management dell’IT.
    Aspetto qualche notizia su Jobbs, del quale non ho mai sentito che si sia sposato a qualche causa.

    30 Ago 2009, 8:09 am Rispondi|Quota
  • #2Neck

    e gia’…
    solo che difficilmente con SOLI 500.000 dollari
    cioe’ l’equivalente di un caffe’ per una persona normale
    i due SQUALI avrebbero ottenuto un rimbalzo su tutti i blog del Mondo
    o melgio
    sui blog piu’ rintronati come questo…..

    MA VAAKAGARE….

    30 Ago 2009, 11:39 am Rispondi|Quota
  • #3Neck

    e gia’…
    solo che difficilmente con SOLI 500.000 dollari
    cioe’ l’equivalente di un caffe’ per una persona normale
    i due SQUALI avrebbero ottenuto un rimbalzo pubblicitario
    il tremiliardesimo del genere….
    su tutti i blog del Mondo
    o meglio
    sui blog piu’ rintronati come questo…..

    MA VAAKAGARE….

    30 Ago 2009, 11:40 am Rispondi|Quota
  • #4Sbronzo di Riace

    spiccioli 🙂 è come se noi donassimo 5 euro mica farebbe notizia

    30 Ago 2009, 11:49 am Rispondi|Quota
  • #5Alessio

    Non male, un ottima donazione dato che creative commons ci aiuta ogni giorno a noi blogger. Libertà di scrittura e di condivisione, senza persone che ci copino gli articoli. Bravi !

    30 Ago 2009, 11:54 am Rispondi|Quota
  • #6Similgoogle

    Quest’anno Creative Commons è stata presente in Italia, a Torino, dove ha tenuto il suo summit annuale.

    30 Ago 2009, 12:08 pm Rispondi|Quota
  • #7luca

    Neck dice:

    e gia’…
    solo che difficilmente con SOLI 500.000 dollari
    cioe’ l’equivalente di un caffe’ per una persona normale
    i due SQUALI avrebbero ottenuto un rimbalzo pubblicitario
    il tremiliardesimo del genere….
    su tutti i blog del Mondo
    o meglio
    sui blog piu’ rintronati come questo…..
    MA VAAKAGARE….

    nichilista e ignorante,vergognati!
    un gesto invece da apprezzare,como sono da apprezzare tutte le cose che fà google,sempre di ottimo livello e gratis.tutti i migliardi che hanno se li meritano e dubito che gliene freghi qualcosa di essere su blog vari.

    30 Ago 2009, 4:18 pm Rispondi|Quota
  • #8Barra

    Su Jobs ho letto che a differenza di altri dona senza comunicati stampa (mi sembra l’avesse affermato lui stesso in un’intervista). Punti di vista ma sinceramente non vedo cosa ci sia di male quando una persona dona 500mln di dollari e in cambio chiede una marchetta.

    X Neck: Era certo preferibile che si fosse comprato un pò di macchine per poi farla rivestire d’oro come fanno certi sceicchi vero? 500mln non sono pochi nemmeno x uno come Brin che cmq secondo wikipedia ha 12mld di dollari di capitali. Ha quindi donato 1/24 dei suoi averi a una fondazione. Puoi forse dire di avere fatto altrettanto?

    31 Ago 2009, 8:25 am Rispondi|Quota
Trackbacks & Pingback
  1. diggita.it