Geekissimo

Amazon Prime Air: le spedizioni saranno affidate a dei Droni Volanti

 
Desiree Catani
2 Dicembre 2013
5 commenti

Amazon-Prime-Air

Parliamo ancora di Amazon e dei suoi metodi di spedizione che risultano sempre più veloci. I corrieri, solo negli Stati Uniti, non si fermeranno nemmeno nei giorni festivi, mentre per noi italiani è arrivata la Spedizione “Mattino” che ci consente di ricevere il pacco entro le 12:00 del giorno dopo. L’e-commerce, però, non si ferma e punta ancora più in alto.


Il CEO di Amazon, il noto Jeff Bezos, parla di un nuovo incredibile sistema denominato “Amazon Prime Air” che assicurerà delle consegne flash. I pacchi non saranno più affidati ai corrieri, ma a speciali droni volanti che consegneranno direttamente il prodotto presso la casa dell’utente che ha effettuato l’ordine.

Il progetto è ancora allo stadio iniziale, ma è stato proprio Bezos ad anticipare l’arrivo di questo probabile nuovo, ed eccezionale, metodo di consegna.  Non solo parole, ma abbiamo anche un video che ci mostra il processo completo: per prima cosa l’ordine viene effettuato dall’utente, in seguito si passa al confezionamento del prodotto (inserito in uno speciale contenitore giallo), quest’ultimo verrà posizionato sul rullo trasportatore e, infine, verrà preso automaticamente da un piccolo drone che raggiungerà  l’indirizzo dell’acquirente (tramite coordinate GPS).

Questo sistema, ovviamente, sarà utilizzabile solo per prodotti leggeri, ma il CEO conferma che l’86% della merce ordinata dall’e-commerce non supera i 2,2 Kg. Inoltre, al momento questi velivoli possono raggiungere luoghi situati solo sino a 10 miglia di distanza (circa 16 km).

Amazon Prime Air rivoluzionerà il mondo delle spedizioni e, soprattutto, lo store di Amazon. Come abbiamo già detto, il progetto è ancora in fase di sviluppo, ma entro 5 anni questi droni potrebbero cominciare a sorvolare i nostri cieli.

[ Via | The Verge  ]

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Amazon: il Kindle Phone avrà un display da 4,7 pollici

Amazon: il Kindle Phone avrà un display da 4,7 pollici

Già da qualche tempo a questa parte circolano in rete svariate voci secondo cui Amazon provvederà ad immettere sul mercato un suo smartphone, il primo. Da poche ore, però, è […]

Jeff Bezos brevetta il tablet del futuro

Jeff Bezos brevetta il tablet del futuro

In un futuro probabilmente non molto lontano i tablet e gli e-reader saranno dei “semplici” display utili a veicolare informazioni verso l’utente e privi di intelligenza, caratteristiche queste che potrebbero […]

Amazon annuncia una batteria migliore ed il supporto ai PDF per Kindle

Amazon annuncia una batteria migliore ed il supporto ai PDF per Kindle

Accolto inizialmente da un pubblico molto diffidente, Kindle, il gioellino prodotto da Amazon, si è fatto presto strada nell’ancora giovane mondo degli eBook, diventando in poco tempo uno degli eBook […]

Amazon rimuove ebook regolarmente acquistati da Kindle

Amazon rimuove ebook regolarmente acquistati da Kindle

Se a molti utenti sembrava inconcepibile che Apple potesse bloccare applicazioni a piacimento da iPhone, ovviamente per motivazioni di sicurezza e/o legate a scelte aziendali riguardanti la protezione degli utenti, […]

Accessibilità del web, come un non vedente legge una pagina internet

Accessibilità del web, come un non vedente legge una pagina internet

Uno dei temi che dovrebbe essere maggiormente tenuto in considerazione da parte di tutti gli sviluppatori web è sicuramente quello dell’accessibilità. In poche parole in informatica, l’accessibilità è la capacità […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1TheQ.

    e se una papera volando ci finisce addosso abbattendolo chi paga?!

    2 Dic 2013, 10:17 pm Rispondi|Quota
    • #2Reds

      @TheQ.: TheQ. ha detto:

      e se una papera volando ci finisce addosso abbattendolo chi paga?!

      Io mi piazzo con un retino su un campanile aspettando che passi qualcuno di questi 😀

      2 Dic 2013, 11:34 pm Rispondi|Quota
  • #3davide

    Certo che consegnare un solo pacco in campagna, in una villa con ampio giardino, Km quadrati di spazio aperto e nessuno altro drone in giro sembra fattibile, peccato che vista la convenienza (se davvero messo in moto come sistema) se ne farebbe ampio usa in citta con migliaia di droni in volo allo stesso tempo e consegne al quinto piano di un condominio… (difficilmente fattibile)
    Cosa scrivono sul sito? “Solo per gente in campagna e Villatenenti”?

    2 Dic 2013, 11:47 pm Rispondi|Quota
  • #4paola

    Troppe incognite:ostacoli in cielo(uccelli altri oggetti) gli utenti devono essere raggiungibili x luogo e tempo ed essere avvisati. Insomma la vedo complicata.

    3 Dic 2013, 9:18 am Rispondi|Quota
  • #5Luigi Valente

    Essendo una consegna rapida (mezz’ora, mi pare), credo che all’utente basti specificare qualche fascia oraria e rendersi reperibile in quel momento. E’ possibile già farlo con alcune spedizioni tradizionali.
    Per gli ostacoli credo ci siano sensori di movimento, mentre per l’incognita condominio, o comunque abitazione senza spazio avanti, la vedo dura risolverla.

    3 Dic 2013, 10:43 pm Rispondi|Quota