Geekissimo

Michael Jackson spinge Internet verso il suo limite

 
Gabriele Falistocco
9 Luglio 2009
6 commenti

2009-07-08_010854

Solo pochi giorni fa veniva riportata da qualsiasi tipo di media la notizia della morte della popstar Michael Jackson e del suo enorme impatto che ha avuto nelle ore e nelle giornate immediatamente seguenti sulla rete, tanto da portare Twitter down per sovraccarico server.

I suoi funerali non sono stati da meno e su Internet sono iniziati a circolare i primi dati sull’utilizzo della rete stessa durante questi eventi. Akamai Technologies, un’azienda che fornisce servizi di Content Delivery Network (CDN) ha affermato che il 7 Luglio è stata la seconda giornata con più traffico sulla sua rete (la prima fu il 25 Giugno, in occasione della morte della star), con oltre 2.100.000 live video (per un totale di oltre 2 terabits al secondo) distribuiti in formato Flash o Windows Media.


Pochi down riportati in rete, ma molti rallentamenti a causa di questo enorme flusso di visitatori. Secondo quanto rilevato da Gomez, un’azienda famosa per i suoi servizi professionali di monitoraggio di servizi web, i tempi di risposta dei primi 7 siti di informazione durante le ore del funerale hanno avuto cali di performance di oltre il 98% rispetto alla normale attività, con tempi di caricamento medio per pagina che variavano tra i 6.5 e i 18.5 secondi (normalmente questi tempi oscillavano tra i 3.5 e i 7.3 secondi per pagina)

La rete sembra aver retto in modo decente all’esplosione di interesse mediatico nei confronti di questa figura. Molti rallentamenti e pochi down completi nel corso di questo periodo che va dalla notizia della morte di Michael Jackson fino ai suoi funerali, segno questo che la capacità della rete di adattarsi a simili eventi sia migliorata nel corso degli anni, grazie anche al deciso interesse da parte di molte aziende nello studio di tecniche per rendere i propri servizi sempre più veloci e stabili anche durante grossi peak.

Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Quanto vale il tuo profilo Twitter?

Quanto vale il tuo profilo Twitter?

Dopo aver letto del debutto in borsa e, soprattutto, della capitalizzazione di 24,9 miliardi di dollari, molti utenti di Twitter si stanno domandando quanto hanno contribuito al raggiungimento di un […]

Michael Jackson fa impennare le visite dei siti di Video Sharing

Michael Jackson fa impennare le visite dei siti di Video Sharing

Tempo fa vi avevamo parlato della tragica dipartita di Michael Jackson, seguita da un’onda mediatica senza precedenti che ha portato al sovraccarico di molti portali, tra cui Twitter e molti […]

Isola ecologica #2

Isola ecologica #2

La scorsa settimana ho notato con piacere che i lettori di geekissimo hanno felicemente accolto questa novità e proverò nuovamente a non deludere nessuno. Per vedere tutti i post della […]

Twitter sovraccarico a causa della morte di Michael Jackson

Twitter sovraccarico a causa della morte di Michael Jackson

Sembrava impossibile che potesse accadere una cosa simile, ma purtroppo è successo: Michael Jackson, l’indiscusso Re del Pop, è morto ieri l’altroieri sera a causa di una crisi cardio-polmonare dopo […]

Twitter “bannato” negli Emirati Arabi Uniti

Twitter “bannato” negli Emirati Arabi Uniti

Twitter? È un fenomeno talmente in ascesa che ormai è entrato a far parte dei siti e dei servizi Web temuti dai governi che limitano la libertà di opinione. Gli […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Matteo

    Fonte?

    9 Lug 2009, 9:11 am Rispondi|Quota
  • #2Gabriele Falistocco

    Fonti: I siti delle società citate nell’articolo.

    9 Lug 2009, 10:16 am Rispondi|Quota
  • #3@nonimo

    Non ho capito il senso di questo articolo…

    9 Lug 2009, 5:02 pm Rispondi|Quota
  • #4Sem

    @ @nonimo:
    non mi sembra molto oscuro.. qui su geekissimo c’è anche cronaca geek, mica solo download e recensioni di sw…

    10 Lug 2009, 3:06 am Rispondi|Quota
  • #5@nonimo

    @ Sem:
    Si, ma non ho trovato nessuna utilità in questo articolo. Si è sovraccaricato Internet per la morte di Jackson, e quindi? Che dobbiamo fare?

    Possiamo solamente dire quanto siano sceme le persone che si disperano così tanto per la morte di questa persona quando, nel mondo, muore un bambino 3 secondi; e nessuno li pensa!

    10 Lug 2009, 9:06 am Rispondi|Quota
  • #6Sem

    @ @nonimo:
    Non andrei su commenti così scontati.. questa è tutt’un’ altra cosa.. Semplicemente qui si spiega come, nel giorno di un fenomeno mediatico mondiale, forse l’unico dall’ 11 settembre, internet abbia resistito con estrema efficacia agli overload di rete.

    Ricordati che di gente che per la sua morte ha uploadato foto, video, canzoni, oltre che intasare la rete solo col traffico, c’è n’è stata molta di più che della morte di persone come Papa Giovanni II, forse perchè essendo un musicista dai svariati album, singoli e record, la gente aveva tanto da dargli.. per il resto non sto commentando nulla riguardo a MJ, fai conto che sia appena scoppiata la 3^ guerra mondiale e siano morte 1 milione di persone.. bhe, quest’articolo se ne sbatte e ti sta solo dicendo che internet funziona ormai alla pari della TV, senza più cali di velocità mostruosi e/o down… 😉

    10 Lug 2009, 3:02 pm Rispondi|Quota