Geekissimo

Google e Microsoft separate alla nascita?

 
Andrea Guida (@naqern)
13 Luglio 2009
15 commenti

Una società giovane, fondata partendo da zero, che ha rivoluzionato il mondo dell’informatica grazie alle sue soluzioni innovative. Date questa definizione in mano ad una qualsiasi persona fermata per strada e, senza batter ciglio, questa vi rispenderà: “Google“. Prendete una macchina del tempo (fatto?), fate lo stesso identikit ad una persona degli anni 80 e questa vi risponderà, in maniera altrettanto spontanea, con il nome “Microsoft“.

Oggi, agli occhi dell’opinione pubblica, Mountain View e Redmond sembrano due mondi completamente opposti: uno giovane, bello e con la chiave per il futuro tra le mani. L’altro appesantito, con un piede nel passato e disposto a tutto per mantenere intatti i propri interessi. Ma le cose stanno veramente così?

È proprio questa la domanda che, dopo l’annuncio di Google Chrome OS, si sono posti gli editorialisti di Computer World. Insomma, è vero, adesso Microsoft rappresenta la società “monopolista cattiva” che con Windows, Internet Explorer ed Office domina, forse ingiustamente, il mercato mondiale. Ma prima? All’inizio non era anch’essa un’azienda giovane e di belle speranze contro i tanti colossi del settore?


IBM (computer), WordPerfect (word processor), Lotus (fogli di calcolo) e Netscape (browser), infatti, sono solo alcuni dei grandi nomi contro i quali lo zio Bill e i suoi “compari” dovettero lottare per espandere il loro business e diventare quelli che sono ora.

E “big G”, non sembra adottare proprio lo stesso atteggiamento di Microsoft? Ha iniziato come “semplice” motore di ricerca, poi sono arrivati i servizi on-line, l’acquisizione di YouTube, il browser Chrome e adesso, come mazzata finale (o iniziale, chi può dirlo) il tanto chiacchierato Google Chrome OS.

Non c’è che dire, le due strade sembrano correre parallele ma ci sono alcuni “dettagli” che ci preme sottolineare. Innanzitutto non bisogna sottovalutare il fatto che Google offre la maggior parte dei suoi prodotti a costo zero, in cambio di qualche pubblicità e di un bel po’ di privacy degli utenti, rispetta gli standard invece di stravolgerli a proprio favore come ha fatto il gruppo di Redmond e, soprattutto, non impone i suoi prodotti all’utente finale.

Delle differenze tra le due big del settore informatico, quindi, ci sono ma la loro essenza è più morale che pratica. Se il nuovo sistema operativo “made in Mountain View” raggiungerà davvero il successo di cui si chiacchiera da giorni ci ritroveremo infatti a navigare su Internet, ricercare informazioni, redigere documenti, gestire le e-mail, parlare al cellulare e conservare i dati mediante prodotti di una medesima azienda.

Allora, avremo a che fare con una nuova monopolista? Forse sì, ma solo grazie a meriti sul campo e non ad imposizioni dall’alto. Sarebbe una miserrima consolazione ma sempre meglio di nulla, giusto?

Foto | Flickr
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Microsoft, i Chromebook non sono dei veri laptop

Microsoft, i Chromebook non sono dei veri laptop

Dopo aver attaccato Google su più fronti Microsoft ha ora scelto un nuovo bersaglio per la sua oramai ben nota campagna Don’t get Scroogled!: i Chromebook. Sul sito web della […]

Chrome OS? Per lo zio Bill “Niente di nuovo”, intanto Microsoft prepara la contromossa

Chrome OS? Per lo zio Bill “Niente di nuovo”, intanto Microsoft prepara la contromossa

È un Bill Gates sicuro di sé – e forse sollevato dal fatto di non essere più CEO di Microsoft – quello intervistato da CNET, un Bill Gates che non […]

Arriva Windows Live Translator. La risposta di Microsoft a Google Translate?

Arriva Windows Live Translator. La risposta di Microsoft a Google Translate?

La lotta al “possesso” della rete tra Microsoft e Google si è fatta sempre più forte e dura. Come ben sappiamo, il colosso che gestisce la maggior parte dei servizi […]

Yahoo, tutti la vogliono ma nessuno la piglia

Yahoo, tutti la vogliono ma nessuno la piglia

Dopo mesi di snervanti trattative tra Yahoo e Microsoft sembrava che il pesce avesse definitivamente mollato la presa. Poi è scesa in campo anche Google, interessata ad una partnership commerciale […]

10 ottimi strumenti per sincronizzare qualsiasi tipo di informazione tra diversi dispositivi

10 ottimi strumenti per sincronizzare qualsiasi tipo di informazione tra diversi dispositivi

Anche chi non è propriamente geek conosce l’importanza e l’utilità di avere i propri dati sincronizzati tra diversi dispositivi. Dal PC di casa al portatile che si usa al lavoro, […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1samir

    Una società giovane, fondata partendo da zero, che ha rivoluzionato il mondo dell’informatica grazie alle sue soluzioni innovative negli anni 80? Apple … XD perchè microsoft dove sta la rivoluzione oltre a copiare le cose altrui, quella si è la vera innovazione…

    13 Lug 2009, 11:12 am Rispondi|Quota
  • #2Netherbander

    Io l’ho visto dal vero il palazzo della foto! E’ la sede Google di Santa Monica, Los Angeles. Ovviamente, il marchio Microsoft nella realtà non c’è!
    Ma perchè non indicate mai l’autore dell’immagine? E se non le fate voi le foto, che bisogno avete di marchiarle con un grande logo Geekissimo?

    13 Lug 2009, 11:55 am Rispondi|Quota
  • #3David

    “Allora, avremo a che fare con una nuova monopolista? Forse sì, ma solo grazie a meriti sul campo e non ad imposizioni dall’alto. Sarebbe una miserrima consolazione ma sempre meglio di nulla, giusto?”

    No, sbagliato. Tanti utenti di Microsoft pensavano la stessa cosa: Windows era user-friendly e quindi chissenefrega del monopolismo.. Oggi Google è figo e Open Source quindi chissenefrega del monopolismo.. pazienza se poi arriverà a far scomparire tanti liberi concorrenti, non per forza meno validi, ma sicuramente meno fighi, o se tutte le nostre azioni con un suo OS dipenderanno da webapps di casa Google (dove sarebbe il senso di installarlo altrimenti, dato che si incentra sulla leggerezza?) che hanno dimostrato sempre una certa invadenza e un certo disprezzo per la privacy?

    Io sinceramente vedo tante alternative a Google, quello di cui non riesco a fare a meno è il motore di ricerca, ma anche lì ho preso i miei “accorgimenti”.

    13 Lug 2009, 12:04 pm Rispondi|Quota
  • #4invernomuto

    @samir
    Quindi “rubare” letteralmente il mouse a xerox e i loro studi preliminari sul suo utilizzo con interfacce grafiche, come ha fatto Apple, è vera innovazione?
    Purtroppo ai primi tempi l’unica vera innovazione di MS e Apple è stata l’introduzione di una licenza chiusa e de concetto di royalties sul software, per il resto hanno vissuto più o meno di scopiazzature entrambe; le vere innovazioni “farina del loro sacco” sono arrivate solo più tardi.

    13 Lug 2009, 12:05 pm Rispondi|Quota
  • #5g

    @ samir:
    Mah, io in quegli anni non c’ero o ero troppo piccolo per ricordare, ma in effetti, cercando di ricostruire la storia di Microsoft, non ho trovato qualche prodotto, oltre al Basic, realmente rivoluzionario come Internet, il motore di ricerca Google, la posta elettronica, i servizi di messagistica istantanea, il primo personal computer, il mouse ecc…

    13 Lug 2009, 12:09 pm Rispondi|Quota
  • #6g

    @ samir:
    Mah, io in quegli anni non c’ero o ero troppo piccolo per ricordare, ma in effetti, cercando di ricostruire la storia di Microsoft, non ho trovato qualche prodotto, oltre al Basic, realmente rivoluzionario come Internet, il motore di ricerca Google, la posta elettronica, i servizi di messagistica istantanea, il primo personal computer, il mouse ecc….

    13 Lug 2009, 12:11 pm Rispondi|Quota
  • #7Sh0oter2

    Beh Google bisogna dire che ha veramente rivolzionato Internet, ma anche microsoft ha fatto la storia dei pc! Forse con metodi meno “pacifisti”, ma alzasse la mano chi non ha MAI utilizzato WINDOWS, windows ha modificato il mondo dei pc perchè parliamoci chiaro Linux anch’ora non è pronto per sfondare e Mac è troppo costoso! Windows è stato il sistema operativo per eccellenza ora non so che bisogna c0è di parlar male della microsoft! Secondo me siete solo tutti invidisio che bill gates è riuscito a creare qualcosa di verament utile ed è riuscito a farsi i soldi e voi NO!

    13 Lug 2009, 12:13 pm Rispondi|Quota
  • #8Andrea Guida (Naqern)

    @ Netherbander: davvero? Mitico! 🙂

    Per quanto riguarda la foto, c’è il link all’originale a fine post (licenza cc).

    ciao!

    13 Lug 2009, 1:51 pm Rispondi|Quota
  • #9ANDre1

    @ Sh0oter2:
    Se vogliamo fare i pignoli, non è stata la Microsoft a rivoluzionare il mondo degli OS… Il primo OS con interfaccia grafica è stato il Macintosh…

    E cmq non è vero che Mac OS è troppo costoso… Almeno i portatili, a parità di prestazioni, sono quasi alla pari come prezzi.. Sì, forse Apple, tra i due, ha il prezzo maggiore, ma la differenza resta comunque minima…

    13 Lug 2009, 2:36 pm Rispondi|Quota
  • #10nicola

    domani sciopero di tutti i siti informatici k aderiranno:
    http://www.youtube.com/watch?v=AV15Mgg6t7Q

    13 Lug 2009, 3:14 pm Rispondi|Quota
  • #11gianluca_T

    @ANDre1
    Differenza di prezzo MINIMA??
    L’Apple mi fa pagare 200-300 euro in più un pc a parità di prestazioni perchè lo fa opaco, o un netbook perchè è più sottile (ma senza lettore cd, poche usb ecc…)

    Apple è una grande azienda, capace di sconvolgere il mondo con prodotti come l’iPod, il touch-screen, e che ha ideato una prima forma di computer di casa (anche se la Olivetti già da tempo provava a vendere un prodotto simile), ma se fosse stata per lei la diffusione massiccia di pc si sarebbe avuta diversi anni dopo, e comunque in maniera sicuramente differente.

    Microsoft copiando, male spesso, è riuscita a fare però quello che le altre non pensavano minimante, rendere accessibile il personal computer alle persone comuni, dare vita a sistemi che facevano della parte ludica la loro principale attrattiva…

    Linux invece è riuscito a rinnovare il modo di concepire il software, e a dare una seria e reale alternativa soprattutto dal punto di vista aziendale.

    Ogni interprete che ha successo nel mercato lo ha perchè innova o perfeziona caratteristiche dei propri prodotti meglio di altri, Google ha stravolto internet, ma come Yahoo si è dovuta a rendere a lei, MySpace a Facebook, Geocities ai social network e ai blog, neanche Google penso sarà “infinita”, soprattutto in un mercato estremamente dinamico come è il web

    13 Lug 2009, 3:22 pm Rispondi|Quota
  • #12leizar

    Veramente google o i suoi prodotti non mi risulta siano opensource

    13 Lug 2009, 6:53 pm Rispondi|Quota
  • #13Andrea Guida (Naqern)

    @ leizar: beh, qualcosa sì. Chrome è basato sul progetto opensource chromium, ad esempio. Android per cellulari anche è open source. 😉

    ciao!

    13 Lug 2009, 8:15 pm Rispondi|Quota
  • #14Xox94

    Io la penserei cosi, chi può spendere scelga Apple, chi no, scelga Google!

    14 Lug 2009, 10:54 am Rispondi|Quota
  • #15MV

    “Allora, avremo a che fare con una nuova monopolista? Forse sì, ma solo grazie a meriti sul campo e non ad imposizioni dall’alto. Sarebbe una miserrima consolazione ma sempre meglio di nulla, giusto?”

    No, sbagliato. Mi associo a David.
    Meriti sul campo? Qualcuno sicuramente c’è, ma non sta tutto lì, assolutamente.
    Imposizioni dall’alto? Certo non si può parlare proprio di imposizione, ma con la pubblicità dei prodotti Google sparse nelle homepage di molti tra i siti più visitati del mondo, beh, provate a dire che non influisca…
    Prendete la questione dei browser: se Opera avesse avuto una casa come Google alle spalle, con la sua influenza mediatica, ad oggi scommetto avrebbe superato anche Firefox… mentre al contrario se Chrome, nonostante abbia qualche qualità, fosse stato di una piccola casa indipendente e sconosciuta, neanche sapremmo della sua esistenza…

    14 Lug 2009, 1:33 pm Rispondi|Quota