Geekissimo

Anonymous affonda il sito di Equitalia

 
Andrea Guida (@naqern)
12 Marzo 2012
11 commenti

Dopo aver attaccato il sito di Trenitalia, Anonymous ha concluso un week-end di particolare attivismo mettendo KO il portale di Equitalia, la società pubblica incaricata per la riscossione nazionale dei tributi. L’attacco è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri (domenica 11 marzo 2012) ed anche in questo caso è arrivata puntuale la rivendicazione degli hacktivisti più famosi del momento.

Sul post pubblicato dal blog di Anonymous Italia Equitalia viene apostrofata come “un’azienda in teoria pubblica che si occupa della riscossione di (presunti) tributi dovuti all’Agenzia delle Entrate, che attuate con una ferocia inaudita e con pratiche quantomeno opinabili” e l’attacco giustificato dall’accanimento della società contro “gli inadempienti che dimostrino di essere indigenti”.


Il comunicato fa inoltre riferimento a “persone che si sono suicidate” a causa delle richieste di Equitalia e detta le regole che l’azienda pubblica dovrebbe rispettare: “Dovreste applicare la riscossione in modo uniforme e trasparente” anziché perpetrare “trattamenti preferenziali e dispari” per personaggi illustri e/o potenti.

Per chi volesse saperne di più sulle attività degli hacktivisti di Anonymous, consigliamo la lettura del nostro post relativo all’intervista fatta dalle Iene ad un membro di Anonymous Italia. Come abbiamo scritto in quell’occasione, in qualunque modo la si pensi sull’organizzazione e le sue operazioni, si tratta di un documento molto interessante che ci permette di capirne di più sul pensiero e le motivazioni che animano i membri di Anonymous.

Per chi si fosse perso le “puntate precedenti”, segnaliamo anche i nostri post relativi ad altre operazioni messe in atto da Anonymous, come quelle che hanno preso di mira il sito del Vaticano e i siti delle Istituzioni nazionali, come Governo, Senato e Parlamento. Quali saranno le prossime? Qualcosa ci suggerisce che lo scopriremo presto.

[Photo Credits | Nils Geylen]

Categorie: Internet
Tags: Anonymous,  hacker, 
Potrebbe interessarti anche
Articoli Correlati
Anonymous attacca GoDaddy, milioni di siti web down

Anonymous attacca GoDaddy, milioni di siti web down

Nel corso della serata di ieri il ben noto gruppo di hacker Anonymous ha mandato offline milioni e milioni di siti web aziendali e personali e di blog ospitati dai […]

AnonOps attacca il blog di Beppe Grillo

AnonOps attacca il blog di Beppe Grillo

Nella giornata di ieri, il blog di Beppe Grillo è risultato irraggiungibile per circa 10 ore a causa di un attacco hacker sferrato da una cellula di AnonOps. AnonOps è […]

Anonymous contro Carabinieri, Difesa e Interno

Anonymous contro Carabinieri, Difesa e Interno

Dopo qualche giorno di relativa calma, la cellula Italiana di Anonymous torna a colpire. Questa volta ad essere stati presi di mira dagli hacktivisti nostrani sono stati i siti di […]

Anonymous continua la sua battaglia contro il Vaticano

Anonymous continua la sua battaglia contro il Vaticano

Gli Anonymous continuano la loro battaglia contro il Vaticano e tutti i siti Internet che, in qualche modo, hanno a che fare con esso. Dopo aver mandato giù il sito […]

Anonymous svela i dati di accesso di Radio Vaticana

Anonymous svela i dati di accesso di Radio Vaticana

Ebbene sì, anche quest’oggi la cronaca internettiana ci spinge ad occuparci di Anonymous. Dopo aver attaccato i siti di Trenitalia ed Equitalia durante lo scorso fine settimana, il noto gruppo […]

Lista Commenti
Aggiungi il tuo commento

Fai Login oppure Iscriviti: è gratis e bastano pochi secondi.

Nome*
E-mail**
Sito Web
* richiesto
** richiesta, ma non sarà pubblicata
Commento

  • #1Marione

    Grandissimi. Peccato che i vari tg non ne parlano proprio.

    12 Mar 2012, 11:17 am Rispondi|Quota
  • #2Dante

    Ovvio che non ne parlano….i tg di regime (ormai tutti lo sono) hanno la coda di paglia 😉

    12 Mar 2012, 11:51 am Rispondi|Quota
  • #3Nobody

    Dovrebbero sfondargli il culo a tutti !!! Fuori tuti i politici dal parlamento !! Rifondiamo la classe politica italiana !

    12 Mar 2012, 2:15 pm Rispondi|Quota
  • #4TheQ.

    proprio ieri rispondevo in yahoo answer ad una ragazza che ha perso 15 mila euro (già pagati) per acquistare locale di un immobile, scoprendo poi di essere stata truffata, dato che la signora in questione era stata pignorata da equitalia (la signora non ha mai pagato niente, nè tasse, nè enti, nè debitori…in compenso i 15 mila euro se li è cuccati) e di conseguenza l’ipoteca che equitalia giustamente aveva messo sul locale acquistato, faceva si che la ragazza avesse perso tutto. La ragazza avrebbe evitato questa truffa se solo avesse fatto una visura sul locale.

    Sembra che anonymous legga il “Fatto Quotidiano” (o l’Unità) ma non sappia quali sono i veri problemi della vita reale in cui incorrono ragazzi e ragazze sfortunate…

    12 Mar 2012, 5:09 pm Rispondi|Quota
  • #5alessandro

    mi dispiace, ma anonymous sbaglia completamente…. al di là della causa, non si fa così protesta, preferisco i blog in cui la gente ci METTE LA FACCIA… non mi piace questa cosa che loro attaccano qua e la ed esprimono sempre un commento come se fosse di tutti…. se vogliono fare queste cose benissimo, ma metteteci la faccia, magari in piazza, e soprattuto ricordate che non siete dei paladini della giustizia, ma dei cittadini come tutti gli altri…..

    12 Mar 2012, 7:33 pm Rispondi|Quota
  • #6lou

    @TheQ: se la ragazza in questione avesse fatto un rogito regolare sarebbe stato onere del notaio accertarsi che non vi fossero ipoteche e/o pignoramenti sull’appartamento in vendita ed informare l’acquirente.
    Se c’è un rogito e il notaio non ha avvisato l’acquirente di ipoteche e pignoramenti vuol dire che ha commesso un errore professionale (per incuria o dolo poi è da accertare) con gravi conseguenze.

    Se il contratto era… irregolare, allora se lo è andato a cercare!

    12 Mar 2012, 8:06 pm Rispondi|Quota
  • #7gilga

    Grandissimi! Continuate così!

    12 Mar 2012, 9:40 pm Rispondi|Quota
  • #8odraode

    Equitalia – Guardie e Ladri: uno scambio di ruoli ……… A TORINO ASSALTATA EQUITALIA AL GRIDO DI “LADRI E ASSASSINI” ………

    12 Mar 2012, 10:04 pm Rispondi|Quota
  • #9lou

    Dimenticavo: 15.000 euro per un monolocale o è una catapecchia in campagna o, se è in città, è chiaramente una truffa! Ad esempio a Milano per quella cifra non compri neppure una cantina: il solo valore di ricostruzione, quindi non il valore commerciale (di vendita) dell’immobile, è di 1500 euro al metro quadro!

    12 Mar 2012, 10:07 pm Rispondi|Quota
  • #10Sabba

    TheQ la sua risposta non ha senso.

    12 Mar 2012, 10:07 pm Rispondi|Quota
  • #11anita

    Ciao
    Il mio nome è anita Johnson ho visto il tuo profilo oggi in questo sito (geekissimo.com), mi piacerebbe anche sapere che il più, e voglio che tu inviare una mail al mio indirizzo mail così posso darvi la mia foto per voi a sapere che io am.Here è il mio indirizzo e-mail ([email protected])
    Credo che si possa passare da qui! Sono in attesa di tua mail al mio indirizzo di posta elettronica sopra anita
    (Ricordate la distanza o il colore non importa, ma l’amore questioni molto nella vita)
    contattatemi qui ([email protected])

    Hello
    My name is anita Johnson i saw your profile today in this site (geekissimo.com) , i will also like to know you the more,and i want you to send an email to my email address so i can give you my pictures for you to know whom i am.Here is my email address ([email protected])
    I believe we can move from here!I am waiting for your mail to my email address above anita
    (Remember the distance or color does not matter but love matters a lot in life)
    please contact me here ([email protected])

    13 Mar 2012, 12:26 am Rispondi|Quota